Bisogno di appartenenza/amore

 

Chi sono queste persone:

Tipicamente parliamo delle persone della cosiddetta classe media o medio-alta.

E’ gente che ha soddisfatto i bisogni primari e di sicurezza. Vivono in quartieri benestanti, hanno delle entrate stabili, possiedono dei risparmi

Sono quelle persone che non hanno intenzione di cambiare l’intero mondo ma vogliono cambiare il piccolo mondo attorno a loro.

Probabilmente hanno un lavoro decente ma che non li fa sprizzare di gioia. Questa gente è costretta a cercare la felicità e il divertimento al di fuori dal posto di lavoro.

Di cosa dovresti parlare per toccare le più fragili corde emotive di queste persone:

  • Se vuoi reclutare nel network marketing persone che hanno bisogno di appartenenza, fai vedere la tua community, racconta di quanto siete uniti e di come vi aiutate a vicenda (anche al di fuori dal lavoro).
  • Racconta di come ci si diverte a fare questo lavoro… feste, team building, uscite, formazioni di gruppo.
  • Fai presente di come questo lavoro permette di conoscere in continuazione persone nuove.

 

 Bisogno di stima

Chi sono queste persone:

E’ quella persona che dice a se stessa “Voglio fare qualcosa della mia vita”.

Tipicamente è gente della classe media o medio-alta.

In passato pochi eletti arrivavano ad avere bisogni di stima – oggi grazie all’aumento dello standard di vita, questo livello può essere raggiunto da chiunque abbia un reddito dignitoso.

Questa persone vogliono rispettare se stesse.

Vogliono che gli altri li rispettino e abbiano stima di loro.

Non vogliono un lavoro che dia loro solo denaro, ma vogliono ottenere incarichi e riconoscimenti importanti.

Di cosa dovresti parlare per toccare le più fragili corde emotive di queste persone:

  • Se vuoi reclutare nel network marketing persone che hanno bisogno di stima fai presente loro che, tra qualche anno, quando avranno accumulato la dovuta esperienza, potranno fare delle presentazioni davanti a centinaia di persone e saranno visti come dei leader.
  • Descrivi dettagliatamente questa sensazione – si devono immaginare il momento preciso.
  • Parla di come i parenti e gli amici li guarderanno e parleranno con grande orgoglio di loro.
  • Parla dei seminari, dei programmi formativi, della crescita personale.

 Bisogno di Autorealizzazione

Chi sono queste persone:

Qui parliamo di gente che ha già soddisfatto tutti i bisogni precedentemente nominati.

Non si preoccupano minimamente del loro reddito e possono garantire una vita più che soddisfacente ai loro famigliari.

Di cosa dovresti parlare per toccare le più fragili corde emotive di queste persone:

  • Se vuoi reclutare nel network marketing persone che cercano l’autorealizzazione parla di come possono aiutare migliaia di famiglia ad uscire dalla crisi economica.
  • Se vendi prodotti di benessere, parla di come i vostri prodotti aiutano le persone nella prevenzione di malattie.
  • Nomina i programmi di beneficenza a cui partecipa la tua azienda di network marketing (se ci sono).

 Bisogno di Intrattenimento/svago

Chi sono queste persone:

Possono essere persone di qualsiasi livello della piramide di Maslow.

Lo psicologo americano non ne parla, ma come dice Tony Robbins, negli anni alcuni bisogni comuni sono cambiati.

Infatti è sempre più evidente che la noia sta diventando uno dei problemi principali dell’uomo contemporaneo.

Inoltre l’intrattenimento è uno dei due pilastri sul quale Facebook, il social network più famoso al mondo, ha costruito il suo impero.

Quali bisogni ha cercato di soddisfare Mark Zuckemberg?

Sentirsi importanti/Stima: Cerchiamo sempre accettazione da parte delle altre persone.

Quanto più mi piace raccoglie una nostra foto – tanto più ci sentiamo importanti.

-Intrattenimento/svago: Guardare i video divertenti, curiosare nella vita degli altri per trarre spunti di cosa pettegolare (questo lo fanno soprattutto le ragazze), seguire la vita dei nostri idoli ecc…

Di cosa dovresti parlare per toccare le più fragili corde emotive di queste persone:

Il mio consiglio qui è abbastanza prevedibile… quando noti che hai di fronte una persona che è soffocata dalla monotonia e dalla noia – sottolinea tutte le attività d’intrattenimento collegate al tuo business di Mlm.

Ogni persona su questa Terra vuole soddisfare i bisogni sopra citati, ma la bravura sta in questo…

Capire quali sono quei i bisogni principali della tua controparte.

Come fare?

Semplice… basta chiedere.

L’altra arma potente che puoi utilizzare è la proiezione nel futuro

Se hai letto attentamente l’articolo avrai intuito che in realtà il tuo prodotto, la tua opportunità di business, non è altro che il mezzo tramite il quale trasporterai la persona dal punto A al punto B.

Il punto A è il punto in cui si trova ora, ed è una situazione nella quali ci sono dei problemi, preoccupazioni, angosce…

Il punto B invece è la situazione in cui tutte le cose negative svaniscono nel nulla per dare spazio a quelle positive.

Il tuo compito, come network marketer, è quello di mettere sotto i riflettore tutte le sensazioni che potrebbe provare il tuo potenziale cliente/distributore una volta che ha raggiunto il punto di destinazione B.



 

Ti dicevo che la tua azienda o il tuo prodotto sono solo dei mezzi…

Considera che addirittura il mezzo può essere visto come un ostacolo…

“Quanto sarebbe bello atterrare subito nel punto B… purtroppo non è possibile, mi tocca salire su questo mezzo” – potrebbe pensare il tuo potenziale cliente/distributore.

Quindi smettila di postare in continuazione foto dei tuoi fantastici prodotti e di concentrarti sulle loro caratteristiche (dei prodotti e del business).

 Nemmeno descrivendo i risultati riuscirai a far muovere la gente.

Cosa vuol dire essere “Diamante”?

A me non dice nulla.

Inizia a vendere emozioni.

Purtroppo (o per fortuna) non è convincendo gli altre a fare cose TU vuoi che otterrai successo nel network…

Certo ci sono anche questi casi dovuto a bug del cervello (come è successo a me quando ho comprato la bevanda gasata che non volevo comprare)  ma anche qualora riuscissi  a strappare qualche “” ingannando la controparte… la tua vittoria sarà estremamente breve.

Quello che invece puoi fare è risvegliare i bisogni più necessari e fare la migliore rappresentazione di come potrebbe cambiare la vita del tuo potenziale cliente/distributore una volta che ha fatto quello che gli chiedi di fare.

Ma se non fai scattare la scintilla emotiva, la parte razionale soffocherà ogni tentativo di libertà e rivendicazione personale.

Perchè il network marketing è un’attività illogica.

E’ molto più razionale e logico farsi le 8 ore in ufficio con un capo che a malapena si supporta e avere solo 20 giorni di ferie all’anno.

D’altronde lo fanno tutti… è tutto nella norma.

Bene, siamo arrivati alla fine…

Ma voglio essere completamente chiaro – per reclutare nel network marketing in modo efficace – fare leva sul lato emozionale è fondamentale all’inizio, durante i primi approcci – poi non basta, devi avere anche delle conoscenze chiamiamole un po’ più tecniche e più strategiche.

Come svelo nei 3 video gratuiti di theNetworkFormula (ai quali puoi accedere cliccando QUI) per sviluppare un business di network marketing profittevole e di lunga durata bisogna lavorare sulla costruzione di ben 3 PILASTRI FONDAMENTALI.

Clicca sul banner che vedi qui sotto e capirai di cosa ti parlo…

 

Un caro saluto,

Petar Valchev

Comments

  1. Straordinario articoli…mi auguro veramente che molto presto possa permettermi di acquistare network formula,grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy